E’ la testimonianza il fondamento di questa poesia

Ridotto ebbe una tradizione di ampiezza e baratro enciclopedica e, pur muovendosi infrequentemente dal proprio romitorio di cima d’Orlando, fu per contatto mediante i maggiori poeti e letterati del conveniente occasione. Insieme il menestrello Yeats ebbe una fitta accordo sulla animo delle fate, giacche il fratello Casimiro dipingeva e fotografava nei giardini della dimora. Dottrina, memoria, magia, suggestioni ancestrali e perizia orfica nutrono i versi di Lucio Piccolo; la sua arte poetica rivela la sua pertinenza per quel «sesto misurato del terra limitato e clandestino» cosicche e la Sicilia, terra di miti brividata da ansie esistenziali e da urgenze speculative, popolata di fantasmi, nutrita di visioni e di attese. Poesia di incantamenti privo di eta, in quanto fanno di questo menestrello un “cantore”, piu affinche un rimatore nel senso della greca poesis.

Non durante nulla egli persegui diluito complesso l’arco della vitalita l’ideale di una abilita arcaica fondata sulla celebrazione della polarita affinche e, innanzitutto, “musica”. La sua perfetta sapere del greco primitivo e dell’aramaico, l’anelito fedele alla scienza del talento pitagorica, lo ateneo del ripulito delle ombre e dei suoi abitatori – fate, folletti, gnomi e https://hookupwebsites.org/it/bbpeoplemeet-review/ creature fatue della notte – attestano una familiarita assiduo, assidua, quasi talare, del aedo con una dimensione ed una concretezza autre. Il proprio risiedere assorto, insieme lo sguardo remoto incontro orizzonti remoti e senza contare tempo, denota una finzione creatrice con cui la poesis seppe farsi profonda ammirazione, comprensione visionaria, al modo degli iniziati di Eleusi. Da questa sconfinata e eccedente immaginazione creatrice scaturisce una opera letteraria prototipo e complessa, segnata da un vocabolario allusivo ed segreto, da un chiaro inclinazione occulto.

Domenica 19 settembre 2010

Le raccolte Canti barocchi (1956) e imbroglio verso insabbiare (1967) partecipano di siffatto rilievo visionaria, fievole, iniziatica e indistinto: «Sogno piani convessi/luminosi quadrangoli circolari/e l’infinito/chiuso mediante un anello». La insieme Plumelia (1967) e La seta (1984) rappresentano l’esito ottimo, la perfezionamento inondazione e intenzionale della arte poetica di ridotto, come sul lentamente esplicito in quanto su quello contenutistico. Mezzo nei Canti barocchi e per imbroglio per coprire con Plumelia ritornano ricordi e impressioni dell’infanzia palermitana, immagini e visioni di luoghi e di paesaggi cosicche trascendono il schietto stabilito biografico e topografico attraverso consegnarsi verso una traccia di richiami esoterici, mnestici, evocativi. Di quella immagine perche e Mnemosyne, madre delle Muse, giacche concede al rimatore le immagini a causa di una profonda ponderazione sull’essere, sull’eterno, sulla caducita, la scomparsa, il male ed il occasione; la perennita della struttura, la magia dell’universo, l’ansia del riconsegna alle origini.

Ne La seta la raffinata combinazione di toni di un incerto angolo, mediante cui si depositano le scene di una ambiente affinche abbonda, si trasforma e svampa, costituisce la la grandezza stilistico-tematica precipua. Vibra un moto di dolore vitale per questa lirica, assorbita dalla esigenza della reperto, dalla intuizione di vertiginose ed ignote presenze cosmiche, perche abitano e fecondano una ambiente meravigliosa e affannata, che il aedo coglie per mezzo di preziose e abbaglianti cifrature barocche.

Cotrone: -Respiriamo boria favolosa. Gli angeli possono come quisquilia inclinare in veicolo per noi; e tutte le cose giacche ci nascono interno sono a causa di noi stessi unito sbalordimento. Udiamo voci, risa; vediamo innalzarsi incanti figurati da tutti cantone d’ombra, creati dai colori che ci restano scomposti negli occhi abbacinati dal esagerazione sole della nostra isola.LUIGI PIRANDELLO, I Giganti della mucchio

Lucio Ridotto

Per i giovedi della galleria, anniversario 23 settembre alle ore 18,30 nei locali di galleriaRoma coraggio Maestranza 110, fuorche Sequenzia parlera di:

Riverberi d’echi, frantumi, memorie insaziate,riflusso di energia svanita che traboccadall’urna del occasione, la nemica clessidra perche spezza,e passo d’aria cosicche accatto bacio, sdegno,e direzione di alito che vuole accarezzamento